DJI con Crystalsky ha dimostrato un’altra volta di ascoltare i suggerimenti degli operatori del settore ed è sempre pronta a rispondere alle esigenze dei piloti di droni.

Quante volte ci siamo trovati nella situazione di dover cercare un pò d’ombra per mettere al riparo lo schermo del nostro smartphone o tablet dai raggi del sole perché non riuscivamo a vedere niente?

Abbiamo provato para schermi artigianali messi insieme con il nastro isolante, altri molto più professionali a cono ma che sbilanciano il radio comando ed impediscono al pilota di tenere sotto controllo il proprio drone perché bisogna immergersi con tutta la faccia. Tutto finito (o quasi).

Al Ces 2017 di Las Vegas DJI ha infatti presentato, tra le varie novità, il nuovo monitor Crystalsky ideato appositamente per i suoi prodotti. Al momento è ancora un prototipo e non si conoscono caratteristiche esatte e prezzo, ma la caratteristica principale è stata svelata: il monito ha una luminosità pari a 2000 cd/m².

Circa quattro volte più luminoso rispetto ai normali device utilizzati attualmente.

Progettato per utilizzare l’applicazione DJI GO il monitor supporta già gli standard H.264 e H.265, anche a 60 fps.

Corredato di porta HDMI per collegare altri display o occhiali FPV, il monitor ha la possibilità di essere alimentato anche da una batteria esterna (come la Osmo per esempio) per aumentare le già non poche 4/6 ore di autonomia garantite dalla batteria interna.

Per noi operatori che lavoriamo in tutte le condizioni meteo possibili, oltre alla luminosità, Crystalsky ci offre un range di operatività che va da -20°C a 40°C senza problemi.

Siamo sicuri che questo prodotto, se avrà possibilità di essere collegato anche ad altre applicazioni e macchine (es. computer o altro), sarà utilizzato non solo dagli operatori di droni.

Non ci resta che attendere la data per la disponibilità.